Studio Tognetti

informative

Fattura elettronica: attenzione alla data del 31.12.2018

Da oggi inizieremo ad inviarvi delle informative che hanno ad oggetto la fattura elettronica per gestire tutti i casi che sono stati posti alla nostra attenzione dai clienti e quelli che emergono dalla stampa specializzata.

Il “cantiere” dei lavori è ancora aperto sia da un punto di vista legislativo (è in corso di approvazione il DL 119/2018 – manovra fiscale) che tecnico (le case di software stanno adeguando in continuazione i programmi in ragione dei chiarimenti che vengono forniti dall’Agenzia delle Entrate o delle modifiche normative).

La gestione della Fattura Elettronica è un argomento in evoluzione (work in progress come vi abbiamo riferito in occasione dell’evento di settembre e potrà subire modifiche anche su argomenti già trattati).

 

Non stupitevi quindi se dovremo rettificare informazioni già fornite. 

 

IL PASSAGGIO DALLA FATTURA CARTACEA ALLA FATTURA ELETTRONICA DAL 31.12.2018 al 01.01.2019

 

Fino al 31 dicembre sarà possibile emettere fatture/note accredito in formato cartaceo. Mentre dal 01 gennaio 2019 sarà possibile emettere e ricevere solo fatture/note accredito in formato elettronico.

Come vi abbiamo riferito durante l’evento la fattura si considera emessa alla data di trasmissione e non nel momento della sua formale creazione.

Bisogna quindi gestire con attenzione la data di transizione da un sistema all’altro.

 

DAL LATO FATTURE EMESSE

 

Tutte le fatture che devono essere emesse entro il 31/12/2018 (fatture accompagnatorie, fatture immediate, fatture differite a seguito della presenza dei DDT, note di accredito), vanno generate/create e spedite entro il 31/12/2018.

Non sarà possibile inviare via PEC o via E-MAIL la fattura cartacea al cliente in data successiva cioè dal 01.01.2019, pena la conseguenza che tale fattura si considera come non emessa con gravi conseguenze in termini sanzionatori.

Consiglio: per quest’anno dovrete inviare la fattura entro la data del 31.12.2018 (pec, e-mail, spedizione postale o consegna a mano). Certo che la consegna a mano non porta data tracciabile. Alcuni clienti ci hanno segnalato che non faranno consegne dopo il 27.12.2018 in modo da potere concludere le operazioni di trasmissione delle fatture entro il 31.12.2018.

Se necessario negli ultimi giorni dell’anno utilizzate la fattura accompagnatoria o immediata, l’importante è che sia trasmessa nel termine del 31.12.2018.

 

DAL LATO FATTURE RICEVUTE (acquisti)

 

In modo speculare valgono le medesime considerazioni sopra indicate. Tuttavia, va prestata molta più attenzione in quanto non è detto che i vostri fornitori siano stati altrettanto diligenti e non siano incorsi in errori di procedura.

Un fattura di acquisto cartacea si considera regolarmente ricevuta solo se il fornitore l’ha trasmessa entro il 31.12.2018 a prescindere dalla data in cui voi l’avete ricevuta.

Un fattura di acquisto cartacea ricevuta via PEC o via e-mail dove si vede (resta la traccia) che la trasmissione è avvenuta dal 01.01.2019 si considera come non emessa e quindi non potete registrarla nella vostra contabilità in quanto fiscalmente inesistente.

Dovrete quindi chiamare il vostro fornitore, avvisarlo dell’errore ed invitarlo ad emettere (trasmettere) nuovamente la fattura in questo caso in formato elettronico.

Consiglio: nei prossimi giorni chiamate telefonicamente i vostri fornitori di riferimento e invitateli a trasmettere le fatture cartacee 2018 entro il 31.12.2018, via pec o via e-mail comunque di spedirle entro tale data.

 

 

Naturalmente si confida in un provvedimento o comunque in una direttiva dell’Agenzia delle Entrate che semplifichi la transizione del passaggio dall’analogico al digitale alla data del 31.12.2018.

Nel caso vi aggiorneremo.

 

 

 

I collaboratori dello Studio sono a disposizione per ogni ulteriore chiarimento.

 

 

 

Cordiali saluti.

 

Studio Tognetti Ass. Professionale

 

LA PRESENTE CIRCOLARE HA ESCLUSIVO FINE INFORMATIVO. NESSUNA RESPONSABILITA’ LEGATA AD UNA DECISIONE PRESA SULLA BASE DELLE INFORMAZIONI QUI CONTENUTE POTRA’ ESSERE ATTRIBUITA ALLO SCRIVENTE, CHE RESTA A DISPOSIZIONE DEL LETTORE PER OGNI APPROFONDIMENTO O PARERE

Lo studio Tognetti è incaricato di salvaguardare la privacy dei visitatori del nostro sito web. Per accedere o consultare il nostro sito web non è necessario fornire alcuna informazione personale. Nel caso in cui decidesse di contattarci via e-mail agli indirizzi indicati nel sito dovrà fornire il Suo nome, numero di telefono e indirizzo e-mail (i "Dati"). I Dati da Lei forniti verranno utilizzati nel rispetto della legislazione vigente esclusivamente per contattarLa e fornirLe le informazioni richieste. La informiamo che i Dati non verranno trasmessi a terzi, fatta eccezione per quanto richiesto dalla legge. I Dati da Lei forniti potranno essere usati per contattarLa al fine di rispondere a quanto da Lei richiesto. In qualsiasi momento Lei potrà richiedere ed ottenere copia dei Suoi dati personali in nostro possesso e chiederne la correzione o rimozione dai nostri archivi e database. Domande e richieste dovranno essere inviate via posta o via fax ad uno dei nostri uffici o via e-mail al seguente indirizzo si@studiotognetti.com Per saperne di più Cookie Policy.

  Accetto i Cookie da questo sito.
EU Cookie Directive plugin by www.channeldigital.co.uk