• Vision & Mission

    Ricerca, esperienza ed innovazione sono i valori che ci guidano da oltre 30 anni
  • 6 sedi sul territorio Nazionale

    Trova la sede più vicina a te
  • Il nostro Team

    Consulenti del lavoro, Avvocati, Commercialisti Revisori Legali, Consulenti aziendali
prev next

CIRCOLARE 44 - DECRETO RISTORI

 

 

 

Oggetto: Le novità del c.d. “Decreto Ristori”

 

E’ stato pubblicato nell’edizione straordinaria della G.U. 28.10.2020 n. 269 il DL n. 137/2020 c.d. “Decreto Ristori” con il quale sono previste una serie di specifiche disposizioni collegate all’emergenza Covid-19.

 

Di seguito si espongono le principali disposizioni del decreto, in vigore dal 29.10.2020, introdotte al fine di sostenere principalmente le attività operanti nei settori oggetto delle limitazioni previste dal DPCM 24.10.2020 (vedasi Circolare dello Studio n. 42).

 

Si segnala che, con successiva circolare, saranno trattati i contenuti del “Decreto Ristori-bis” in corso di pubblicazione in Gazzetta Ufficiale.

 

 

Nuovo contributo a fondo perduto – Art.1

È previsto il riconoscimento di un nuovo contributo a fondo perduto a favore dei soggetti esercenti specifiche attività nell’ambito dei settori economici che sono stati oggetto delle limitazioni previste dal DPCM 24.10.2020. Trattasi in particolare delle attività riportate nella tabella sottostante.

 

Soggetti beneficiari

Il contributo spetta ai soggetti (imprese/lavoratori autonomi) che al 25.10.2020:

  • hanno partita iva attiva
  • dichiarano di svolgere, quale attività prevalente, una delle attività indicate nella tabella sotto riportata. Considerata la rilevanza del codice attività, va opportunamente verificata la corrispondenza tra la situazione attuale e quanto comunicato all’Agenzia delle Entrate e riscontrabile dal Cassetto fiscale.

A fianco di ogni attività viene riportata anche la percentuale di “ristoro”, le cui modalità di applicazione saranno di seguito dettagliate.

Si precisa che a differenza del precedente contributo a fondo perduto sono ricompresi anche i soggetti con ricavi/compensi 2019 superiori a € 5 milioni.

 

Codice Attività

Descrizione

Percentuale di ristoro

93.29.10

Discoteche, sale da ballo night-club e simili

400%

49.39.01

Gestioni di funicolari, ski-lift e seggiovie se non facenti parte dei sistemi di transito urbano o sub-urbano

 

 

200%  

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

200%

56.10.11

Ristorazione con somministrazione

56.10.12

Attività di ristorazione connesse alle aziende agricole

56.10.42

Ristorazione ambulante

56.10.50

Ristorazione su treni e navi

56.21.00

Catering per eventi, banqueting

59.13.00

Attività di distribuzione cinematografica, di video e di programmi televisivi

59.14.00

Attività di proiezione cinematografica

74.90.94

Agenzie ed agenti o procuratori per lo spettacolo e lo sport

77.39.94

Noleggio di strutture ed attrezzature per manifestazioni e spettacoli: impianti luce ed audio senza operatore, palchi, stand ed addobbi luminosi

79.90.11

Servizi di biglietteria per eventi teatrali, sportivi ed altri eventi ricreativi e

d’intrattenimento

79.90.19

Altri servizi di prenotazione e altre attività di assistenza turistica non svolte dalle agenzie di viaggio nca

79.90.20

Attività delle guide e degli accompagnatori turistici

82.30.00

Organizzazione di convegni e fiere

85.52.09

Altra formazione culturale

90.01.01

Attività nel campo della recitazione

90.01.09

Altre rappresentazioni artistiche

90.02.01

Noleggio con operatore di strutture ed attrezzature per manifestazioni e spettacoli

90.02.09

Altre attività di supporto alle rappresentazioni artistiche

90.03.09

Altre creazioni artistiche e letterarie

90.04.00

Gestione di teatri, sale da concerto e altre strutture artistiche

92.00.09

Altre attività connesse con le lotterie e le scommesse (comprende le sale bingo)

93.11.10

Gestione di stadi

93.11.20

Gestione di piscine

93.11.30

Gestione di impianti sportivi polivalenti

93.11.90

Gestione di altri impianti sportivi nca

93.12.00

Attività di club sportivi

93.13.00

Gestione di palestre

93.19.10

Enti e organizzazioni sportive, promozione di eventi sportivi

93.19.99

Altre attività sportive nca

93.21.00

Parchi di divertimento e parchi tematici

93.29.30

Sale giochi e biliardi

93.29.90

Altre attività di intrattenimento e divertimento nca

94.99.20

Attività di organizzazioni che perseguono fini culturali, ricreativi e la

coltivazione di hobby

94.99.90

Attività di altre organizzazioni associative nca

96.04.10

Servizi di centri per il benessere fisico (esclusi gli stabilimenti termali)

96.04.20

Stabilimenti termali

96.09.05

Organizzazione di feste e cerimonie

55.10.00

Alberghi

150%

55.20.10

Villaggi turistici

55.20.20

Ostelli della gioventù

55.20.30

Rifugi di montagna

55.20.40

Colonie marine e montane

55.20.51

Affittacamere per brevi soggiorni, case ed appartamenti per vacanze, bed

and breakfast, residence

55.20.52

Attività di alloggio connesse alle aziende agricole

55.30.00

Aree di campeggio e aree attrezzate per camper e roulotte

55.90.20

Alloggi per studenti e lavoratori con servizi accessori di tipo alberghiero

56.10.30

Gelaterie e pasticcerie

56.10.41

Gelaterie e pasticcerie ambulanti

56.30.00

Bar e altri esercizi simili senza cucina

49.32.10

Trasporto con taxi

100%

49.32.20

Trasporto mediante noleggio di autovetture da rimesse con conducente

 

Condizione necessaria per l’accesso all’agevolazione in esame è la medesima del precedente contributo a fondo perduto, ovvero l’ammontare del fatturato/corrispettivi del mese di aprile 2020 deve essere inferiore ai 2/3 dell’ammontare del fatturato/corrispettivi del mese di aprile 2019.

 

Per i soggetti che hanno iniziato l’attività dall’1.1.2019 tale condizione non deve essere verificata, pertanto il contributo spetta anche in assenza del calo del fatturato.

 

 

Modalità di erogazione del contributo e importo spettante

L’importo del contributo è determinato ed erogato con modalità differenziate a seconda che il soggetto abbia o meno beneficiato del contributo a fondo perduto previsto dal DL Rilancio.

 

  1. Soggetti che hanno beneficiato del contributo a fondo perduto ex art. 25 DL Rilancio

Il nuovo contributo è erogato in via automatica dall’Agenzia delle Entrate mediante accredito sul c/c bancario o postale comunicato precedentemente.

L’importo del nuovo contributo è determinato come “quotadel contributo già erogato in precedenza, a seconda del settore di appartenenza. Sostanzialmente, a seconda del codice attività, come indicato nella tabella sopra riportata, l’importo del contributo è parametrato ad una percentuale di quanto già percepito in precedenza.

Esempio

Un ristorante avente codice attività 56.10.11 “Ristorazione con somministrazione” che aveva percepito un contributo a fondo perduto di euro 7.000,00 ora percepirà in via automatica un contributo pari al 200% di quello già percepito ovvero euro 14.000,00.

N.B.

 

 

I contributi sono accreditati a partire dal 09.11.2020.

 

  1. Soggetti che non hanno beneficiato del contributo a fondo perduto ex art. 25 DL Liquidità

Se non è stata presentata domanda per il precedente contributo previsto dal DL Rilancio, occorre presentare apposita domanda in via telematica. I termini e le modalità di presentazione saranno stabilite con un Provvedimento di prossima emanazione.

L’importo del contributo è determinato:

  • applicando una specifica percentuale (20% - 15% - 10%), individuata in base ai ricavi/compensi 2019, alla differenza tra il fatturato/corrispettivi del mese di aprile 2020 e il fatturato/corrispettivi del mese di aprile 2019
  • all’importo così determinato andrà poi applicata la percentuale di ristoro indicata nella tabella di cui sopra a seconda del codice attività.

 

Il contributo è erogato nel rispetto del limite / condizioni previsti dalla Commissione UE nella Comunicazione 19.3.2020 C(2020) 1863 final e successive modifiche (Misure temporanee di aiuto per emergenza Covid).

 

 

Fondo per il sostegno delle associazione sportive dilettantistiche - art. 3

È istituito il “Fondo per il sostegno delle Associazioni Sportive Dilettantistiche e delle Società Sportive Dilettantistiche” a favore del Dipartimento per lo Sport.

 

Il fondo è destinato all’adozione di misure di sostegno e ripresa delle associazioni e delle società che hanno cessato o ridotto la propria attività istituzionale a seguito dei provvedimenti statali di sospensione delle attività sportive.

 

 

Tax credit vacanze - art. 5 commi 6 e 7

Per i periodi d’imposta 2020 e 2021 è riconosciuto, una sola volta, un credito in favore dei nuclei familiari con ISEE in corso di validità, ordinario o corrente non superiore a 40.000 euro, utilizzabile, dal 01.07.2020 al 30.06.2021, per il pagamento di servizi offerti in ambito nazionale dalle imprese turistico ricettive, nonché dagli agriturismi e dai bed & breakfast.

 

Le domande devono essere presentate entro il 31.12.2020.

 

 

Bonus canoni di locazione - art. 8

È esteso per i mesi di ottobre, novembre e dicembre il “bonus canoni locazione”, in favore dei soggetti esercenti specifiche attività nell’ambito dei settori economici che sono stati oggetto delle limitazioni previste dal DPCM 24.10.2020 (trattasi delle attività riportare nella tabella esposta nel paragrafo di cui sopra “Nuovo contributo a fondo perduto – art.1”).

 

Il bonus spetta indipendentemente dall’ammontare dei ricavi/compensi 2019, pertanto spetta anche per i soggetti con ricavi/compensi superiori ad euro 5.000.000.

 

Condizione necessaria per accedervi è la riduzione del fatturato/corrispettivi pari ad almeno il 50% dei mesi di ottobre/novembre/dicembre rispetto agli stessi mesi del 2019.

 

Il credito spetta nella misura del:

  • 60% del canone di locazione di immobili ad uso non abitativo;
  • 30% del canone per affitto d’azienda.

 

Si ricorda che, il bonus spetta solamente con riferimento ai canoni pagati.

 

Tale disposizione non è subordinata all’autorizzazione dell’UE pertanto è di immediata applicazione.

 

L’agevolazione in esame può essere fruita nel rispetto del limite / condizioni previsti dalla Commissione UE nella Comunicazione 19.3.2020 C(2020) 1863 final e successive modifiche (Misure temporanee di aiuto per emergenza Covid).

 

 

“Cancellazione” seconda rata IMU - art. 9

È stabilito che non è dovuta la seconda rata IMU 2020 (in scadenza il 16.12.2020), con riferimento agli immobili / pertinenze in cui sono esercitate le attività nei settori nei economici oggetto delle limitazioni previste dal DPCM 24.10.2020 (trattasi delle attività riportare nella tabella esposta nel paragrafo di cui sopra “Nuovo contributo a fondo perduto – art.1”).

 

Condizione necessaria per usufruire di tale beneficio è che i relativi proprietari siano anche gestori delle attività ivi esercitate.

 

Tale agevolazione è applicabile nel rispetto del limite / condizioni previsti dalla Commissione UE nella Comunicazione 19.3.2020 C(2020) 1863 final e successive modifiche (Misure temporanee di aiuto per emergenza Covid).

 

 

Sospensione versamenti contributi previdenziali e assistenziali - art. 13

Per i datori di lavoro operanti nei settori interessati dalle limitazioni previste dal DPCM 24.10.2020, (trattasi delle attività riportare nella tabella esposta nel paragrafo di cui sopra “Nuovo contributo a fondo perduto – art.1”) è disposta la sospensione dei pagamenti che scadono per il mese di novembre 2020 (scadenza 16.12.2020) relativi:

- ai versamenti dei contributi previdenziali e assistenziali

- premi per l’assicurazione obbligatoria (INAIL).

 

N.B.

I versamenti oggetto di sospensione dovranno essere effettuati, senza sanzioni ed interessi:

  • in unica soluzione entro il 16.3.2021;

ovvero

  • in forma rateizzata, fino ad un massimo di 4 rate mensili di pari importo. La prima rata

con scadenza 16.03.2021.

Il mancato pagamento di due rate, anche non consecutive, determina la decadenza dal beneficio della rateazione.

Il beneficio in esame è attribuito nel rispetto dei limiti previsti dalla normativa UE in materia di aiuti di Stato.

 


 

 

 

I collaboratori dello Studio sono a disposizione per ogni ulteriore chiarimento.

 

Cordiali saluti.

Studio Tognetti Ass. Professionale

LA PRESENTE CIRCOLARE HA ESCLUSIVO FINE INFORMATIVO. NESSUNA RESPONSABILITA’ LEGATA AD UNA DECISIONE PRESA SULLA BASE DELLE INFORMAZIONI QUI CONTENUTE POTRA’ ESSERE ATTRIBUITA ALLO SCRIVENTE, CHE RESTA A DISPOSIZIONE DEL LETTORE PER OGNI APPROFONDIMENTO O PARERE

Lo studio Tognetti è incaricato di salvaguardare la privacy dei visitatori del nostro sito web. Per accedere o consultare il nostro sito web non è necessario fornire alcuna informazione personale. Nel caso in cui decidesse di contattarci via e-mail agli indirizzi indicati nel sito dovrà fornire il Suo nome, numero di telefono e indirizzo e-mail (i "Dati"). I Dati da Lei forniti verranno utilizzati nel rispetto della legislazione vigente esclusivamente per contattarLa e fornirLe le informazioni richieste. La informiamo che i Dati non verranno trasmessi a terzi, fatta eccezione per quanto richiesto dalla legge. I Dati da Lei forniti potranno essere usati per contattarLa al fine di rispondere a quanto da Lei richiesto. In qualsiasi momento Lei potrà richiedere ed ottenere copia dei Suoi dati personali in nostro possesso e chiederne la correzione o rimozione dai nostri archivi e database. Domande e richieste dovranno essere inviate via posta o via fax ad uno dei nostri uffici o via e-mail al seguente indirizzo si@studiotognetti.com Per saperne di più Cookie Policy.

  Accetto i Cookie da questo sito.
EU Cookie Directive plugin by www.channeldigital.co.uk