Studio Tognetti

circolari

CIRCOLARE 48 - decreto ristori quater

 

 

 

Oggetto: Le novità del DL n. 157/2020 c.d. “Decreto Ristori-quater

 

Recentemente è stato pubblicato sulla G.U. 30.11.2020 n. 397 il DL n. 157/2020 c.d. “Decreto Ristori-quater” contenente ulteriori misure a sostegno dei settori più direttamente interessati dalle misure restrittive volte al contenimento del contagio adottate con i recenti DPCM.

 

Di seguito si espongono le principali disposizioni contenute nel decreto in oggetto.

 

 

Proroga seconda/unica rata acconto 2020 – Art.1

È confermata la proroga del versamento della seconda/unica rata dell’acconto 2020 delle imposte dirette (IRPEF/IRES) e IRAP, anticipata dal MEF con il Comunicato stampa 27.11.2020.

In particolare, il termine per il versamento della seconda/unica rata di acconto delle imposte suddette viene slittato:

  • al 12.2020 per tutti i soggetti esercenti attività d’impresa, arte o professione, che hanno il domicilio fiscale, la sede legale o la sede operativa nel territorio dello Stato;
  • al 30 aprile 2021 a favore:
    • delle imprese/lavoratori autonomi non interessati dagli ISA con ricavi/compensi non superiori a euro 50 milioni nel 2019 e che abbiano subito una riduzione del fatturato di almeno il 33% nel primo semestre 2020, operanti su tutto il territorio nazionale;
    • delle imprese/lavoratori autonomi non interessati dagli ISA, a prescindere dai requisiti relativi ai ricavi/compensi 2019 e alla riduzione del fatturato/corrispettivi, purché operino nei settori economici individuati nelle Tabelle 1 e 2 allegate alla presente circolare, aventi domicilio fiscale o sede operativa in zona rossa;
    • degli esercenti servizi di ristorazione in zona arancione, a prescindere dai requisiti relativi ai ricavi/compensi 2019 e alla riduzione del fatturato/corrispettivi.

 

Al fine della proroga in esame al 30.04.2021 la colorazione della zona va individuata avendo riguardo alla situazione al 26.11.2020. In tale data le Regioni in zona rossa erano le seguenti Abruzzo, Calabria, Campania, Lombardia, Piemonte, Provincia autonoma di Bolzano, Toscana, Valle d'Aosta, mentre le Regioni in zona arancione erano Basilicata, Emilia-Romagna, Friuli-Venezia Giulia, Liguria, Marche, Puglia, Sicilia, Umbria.

 

Resta confermata la proroga al 30.04.2021 del versamento degli acconti già prevista:

  • dal DL n. 104/2020 c.d. Decreto Agosto a favore dei soggetti ISA con riduzione del fatturato nel primo semestre 2020 di almeno il 33% rispetto allo stesso periodo del 2019;
  • dal DL n. 149/2020 c.d. Decreto Ristori-bis a favore dei soggetti ISA, a prescindere dalla riduzione del fatturato, qualora operanti nei settori delle predette Tabelle 1 e 2 delle zone rosse nonché agli esercenti attività di gestione di ristoranti delle zone arancioni.

 

Le suddette proroghe dovrebbero operare anche nei confronti dei soggetti che partecipano, ai sensi degli artt. 5, 115 e 116 del TUIR, a società/associazioni/imprese ossia trattasi dei collaboratori dell’impresa familiare, soci di società di persone, soci di associazioni professionali e soci di società di capitali trasparenti (es. socio di srl in trasparenza fiscale).

 

Nessuna proroga è prevista per i soggetti privati.

 

 

Proroga versamenti tributari e contributivi – Art.2

È disposta la sospensione dei versamenti scadenti nel mese di dicembre relativi a:

  • ritenute alla fonte sui redditi di lavoro dipendente/assimilati ex artt. 23 e 24 DPR 600/73 e dell’addizionale regionale/comunale IRPEF, operate in qualità di sostituto d’imposta;
  • IVA dovuta per il mese di novembre da parte dei soggetti mensili, in scadenza il 16.12;
  • Acconto IVA 2020 in scadenza il 28.12;
  • Contributi previdenziali e assistenziali, compresi quelli dovuti alla gestione separata INPS.

 

Soggetti beneficiari di detta sospensione sono:

  • le imprese/lavoratori autonomi che hanno il domicilio fiscale, la sede legale o la sede operativa su tutto il territorio dello Stato, con ricavi/compensi 2019 non superiori a euro 50 milioni e che hanno subito una diminuzione del fatturato/corrispettivi di almeno il 33% nel mese di novembre del 2020 rispetto allo stesso mese del 2019.

Per coloro che hanno iniziato l’attività dall’1.12.2019 la sospensione spetta a prescindere del requisito dei ricavi/compensi 2019 e chiaramente dalla riduzione del fatturato che non può essere verificata stante l’inizio dell’attività successivamente al mese di novembre;

  • gli esercenti le attività sospese ai sensi del DPCM 3.11.2020 (ad esempio palestre, piscine, centri benessere, sale giochi/scommesse/bingo, sale teatrali/cinematografiche, sale da ballo/discoteche) aventi domicilio/sede legale o operativa in qualsiasi area del territorio nazionale, a prescindere del requisito dei ricavi/compensi 2019 e dalla riduzione del fatturato/corrispettivi;
  • gli esercenti attività dei servizi di ristorazione aventi domicilio/sede legale o operativa nelle Regioni rientranti nelle zone rosse e arancioni alla data del 26.11.2020, indipendentemente del requisito dei ricavi/compensi 2019 e dalla riduzione del fatturato/corrispettivi;
  • coloro che operano nei settori economici individuati nella Tabella 2 allegata alla presente circolare, nonché gli esercenti attività alberghiera/agenzia di viaggi/tour operator, con domicilio/sede legale o operativa nelle Regioni rientranti nelle zone rosse alla data del 26.11.2020, indipendentemente del requisito dei ricavi/compensi 2019 e dalla riduzione del fatturato/corrispettivi.

I versamenti sospesi dovranno essere effettuati, senza sanzioni e interessi:

  • in unica soluzione entro il 16.03.2021

oppure

  • in forma rateizzata, fino ad un massimo di 4 rate mensili di pari importo. La prima rata scade il 3.2021.

 

Proroga presentazione Modello Redditi/IRAP 2020 – Art.3

È disposta la proroga dal 30.11.2020 al 10.12.2020 del termine di presentazione del Modello UNICO ed IRAP 2020 (redditi 2019).

 

Proroga versamenti rottamazione / saldo e stralcio – Art.4

È disposta la proroga dal 10.12.2020 all’1.3.2021 del versamento delle rate della rottamazione-ter e del saldo e stralcio che avevano scadenza nel 2020.

Il pagamento nel suddetto termine dell’1.3.2021 non comporta:

  • la corresponsione di interessi;
  • la perdita dei benefici della definizione agevolata.

 

Si precisa che al nuovo termine dell’1.3.2021 non è applicabile la “tolleranza” dei 5 giorni. Pertanto qualora il versamento sia effettuato dopo tale data il contribuente perderà i benefici della definizione agevolata.

 

Proroga versamento PREU – Art.5

È previsto che il versamento del saldo PREU relativo:

  • agli apparecchi ex art. 110 comma 6 lett. A) TULPS (new slot – AWP)
  • agli apparecchi ex art. 110 comma 6 lett. B) TULPS (video lottery -VLT)

e del canone concessorio del quinto bimestre 2020 (settembre-ottobre) va effettuato il 18.12.2020 in misura pari al 20% de dovuto in base alla raccolta di gioco dello stesso bimestre.

Il restante 80% può essere versato in rate mensili di pari importo con applicazione degli interessi legali calcolati giorno per giorno. In particolare:

  • la prima rata va versata entro il 22.1.2021;
  • le successive rate entro l’ultimo giorno di ciascun mese successivo (ultima rata entro il 30.06.2021).

 

Estensione contributo “Decreto Ristori” agenti/mediatori/procacciatori – Art.6

È ampliata la platea dei soggetti beneficiari del contributo a fondo perduto previsto dal Decreto Ristori-bis. In particolare è previsto che tale contributo spetti con un percentuale di ristoro pari al 100% anche nei confronti di imprese/lavoratori autonomi che alla data del 25.10.2020 hanno partita iva attiva e che svolgono, in via prevalente, una della attività riportate nella tabella sottostante.

Codice Attività

Descrizione

Percentuale di ristoro

46.12.01

Agenti e rappresentanti di carburanti, gpl, gas in bombole e simili-lubrificanti

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

100%

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

46.14.03

Agenti e rappresentanti di macchine ed attrezzature per ufficio

46.15.01

Agenti e rappresentanti di mobili in legno, metallo e materie plastiche

46.15.03

Agenti e rappresentanti di articoli casalinghi, porcellane, articoli in vetro ecc.

46.15.05

Agenti e rappresentanti di mobili e oggetti di arredamento per la casa in canna, vimini, giunco, sughero, paglia-scope, spazzole, cesti e simili

46.15.06

Procacciatori d’affari di mobili, articoli per la casa e ferramenta

46.15.07

Mediatori in mobili, articoli per la casa e ferramenta

46.16.01

Agenti e rappresentanti di vestiario ed accessori di abbigliamento

46.16.02

Agenti e rappresentanti di pellicce

46.16.03

Agenti e rappresentanti di tessuti per abbigliamento ed arredamento

(incluse merceria e passamaneria)

46.16.04

Agenti e rappresentanti di camicie, biancheria e maglieria intima

46.16.05

Agenti e rappresentanti di calzature ed accessori

46.16.06

Agenti e rappresentanti di pelletteria, valige ed articoli da viaggio

46.16.07

Agenti e rappresentanti di articoli tessili per la casa, tappeti, stuoie e materassi

46.16.08

Procacciatori d’affari di prodotti tessili, abbigliamento, pellicce, calzature

e articoli in pelle

46.16.09

Mediatori in prodotti tessili, abbigliamento, pellicce, calzature e articoli in pelle

46.17.01

Agenti e rappresentanti di prodotti ortofrutticoli freschi, congelati e surgelati

46.17.02

Agenti e rappresentanti di carni fresche, congelate, surgelate, conservate e secche; salumi

46.17.03

Agenti e rappresentanti di latte, burro e formaggi

46.17.04

Agenti e rappresentanti di oli e grassi alimentari: olio d’oliva e di semi, margarina e altri prodotti similari

46.17.05

Agenti e rappresentanti di bevande e prodotti similari

46.17.06

Agenti e rappresentanti di prodotti ittici freschi, congelati, surgelati e conservati e secchi

46.17.07

Agenti e rappresentanti di altri prodotti alimentari (incluse le uova e gli alimenti per gli animali domestici); tabacco

46.17.08

Procacciatori d’affari di prodotti alimentari, bevande e tabacco

46.17.09

Mediatori in prodotti alimentari, bevande e tabacco

46.18.22

Agenti e rappresentanti di apparecchi elettrodomestici

46.18.92

Agenti e rappresentanti di orologi, oggetti e semilavorati per gioielleria

e oreficeria

46.18.93

Agenti e rappresentanti di articoli fotografici, ottici e prodotti simili; strumenti scientifici e per laboratori d’analisi

46.18.96

Agenti e rappresentanti di chincaglieria e bigiotteria

46.18.97

Agenti e rappresentanti di altri prodotti non alimentari nca (inclusi gli imballaggi e gli articoli antinfortunistici, antincendio e pubblicitari)

46.19.01

Agenti e rappresentanti di vari prodotti senza prevalenza di alcuno

46.19.02

Procacciatori d’affari di vari prodotti senza prevalenza di alcuno

46.19.03

Mediatori in vari prodotti senza prevalenza di alcuno

 

Tale contributo è erogato dall’Agenzia delle Entrate:

  • automaticamente, mediante accredito sul conto corrente indicato in fase di presentazione della domanda di accesso al contributo a fondo perduto previsto dal c.d. “Decreto Rilancio”, per coloro che avevano già presentato detta istanza;
  • a fronte della specifica domanda da presentare utilizzando lo specifico modello entro il 15.01.2021, per coloro che non avevano beneficiato del contributo di cui al c.d. “Decreto Rilancio”.

 

Si precisa infine che il Decreto Ristori-ter aveva disposto l’inclusione, tra i soggetti beneficiari del contributo a fondo perduto che si trovano in zona rossa, di coloro che esercitano in via prevalente l’attività classificata con il codice Ateco 47.72.10 “commercio al dettaglio di calzature ed accessori” (Vedasi Tabella 2 allegata).

 

Revisione disciplina della dilazione di pagamento – Art.7

È stato rinnovato l’istituto della dilazione dei ruoli di cui all’art. 19 del DPR n. 602/73. In particolare:

 

  • il comma 1-quater è stato modificato prevedendo che a seguito della presentazione all’Agente della Riscossione della richiesta di rateazione dei ruoli e fino alla data dell’eventuale rigetto della stessa/decadenza della dilazione:
    • sono sospesi i termini di prescrizione e decadenza
    • non possono essere iscritti nuovi fermi amministrativi o ipoteche, fatti salvi quelli già iscritti alla data di presentazione;
    • non possono essere avviate nuove procedure esecutive
  • è stato aggiunto il comma 1-quater 1 il quale prevede che non possono essere dilazionate le somme oggetto di verifica effettuata ex art.48-bis, DPR 602/73 (verifica da parte delle Amministrazioni pubbliche, prima di effettuare un pagamento di un importo superiore a € 5.000, se il beneficiario è inadempiente all’obbligo di versamento derivante dalla notifica di una o più cartelle di pagamento), in qualunque momento antecedente al provvedimento di accoglimento della dilazione;
  • è stato aggiunto il comma 1-quater 2 il quale dispone che il pagamento della prima rata del piano di dilazione determina l’estinzione delle procedure esecutive precedentemente avviate, a condizione che non si sia ancora tenuto l’incanto con esito positivo o non sia stata presentata istanza di assegnazione, ovvero il terzo non abbia reso dichiarazione positiva o non sia stato già emesso provvedimento di assegnazione dei crediti pignorati.

Si precisa che tali novità sono applicabili ai provvedimenti di accoglimento emessi con riferimento alle richieste di rateazione presentate a decorrere dal 30.11.2020.

 

È previsto inoltre, relativamente alle richieste di rateizzazione presentate nel periodo 30.11.2020 – 31.12.2021, che:

  • la soglia di debito entro la quale non si deve dimostrare con apposita documentazione la temporanea situazione di obiettiva difficoltà a pagare le rate è aumentata da 60.000 a 100.000 euro;
  • viene aumentato da 5 a 10 il numero di rate che, se non pagate, anche non consecutivamente, determinano la decadenza della rateizzazione;
  • i contribuenti decaduti dai piani di rateizzazione prima dell’8.3.2020 (21.2.2020 per i soggetti con residenza, sede legale o la sede operativa nei comuni individuati nell’allegato 1 del DPCM 1° marzo 2020) potranno presentare una nuova richiesta di rateizzazione entro il 31.12.2021, senza l’obbligo di versare le rate scadute alla data della relativa presentazione;
  • possono essere accordate nuove dilazioni anche relativamente ai debiti per i quali, alla data del 31.12.2019, si è determinata l’inefficacia delle definizioni agevolate disciplinate dal D.L. 193/2016 e dal D.L. 148/2017 (rottamazione, rottamazione-bis, saldo e stralcio).

 

Esenzione IMU 2020 – Art. 8

Al fine dell’individuazione dei casi in cui non è dovuto il versamento dell’IMU per l’anno 2020 ancorati alla circostanza che il proprietario dell’immobile sia anche il gestore dell’attività nello stesso esercitata (esempio l’esenzione prevista dai precedenti Decreti per alberghi e strutture ricettive), è precisato che la “cancellazione” del versamento trova applicazione anche nel caso in cui il soggetto passivo IMU sia anche gestore delle attività economiche interessate dall’agevolazione.

Conseguentemente, l’esenzione è riconosciuta non soltanto nel caso in cui il proprietario dell’immobile sia anche gestore dell’attività ivi esercitata, come originariamente previsto, ma anche nel caso in cui il gestore dell’attività risulti essere il soggetto passivo IMU.

In particolare si rammenta che per gli immobili in leasing, il soggetto passivo IMU è il locatario (l’utilizzatore) per tutta la durata del contratto.

 

Fondi per l’internazionalizzazione, filiere e congressi, spettacolo e cultura – Art.  12

È incrementata di:

  • 90 milioni, per l’anno 2021, la dotazione del Fondo di parte corrente di cui all’articolo 89, comma 1, del D.L. 18/2020 c.d. Decreto Cura Italia destinato al sostegno delle emergenze dei settori dello spettacolo, del cinema e dell’audiovisivo;
  • 10 milioni, per il 2020, la dotazione del Fondo per il sostegno del settore turistico ed in particolare agenzie di viaggio/tour operator/guide e accompagnatori turistici;
  • 350 milioni di euro per il 2020 e di 50 milioni di euro per l’anno 2021, la disponibilità del Fondo per le emergenze delle imprese e delle istituzioni culturali di cui all’articolo 183, comma 2, del decreto Rilancio (trattasi in particolare delle librerie/ filiera dell’editoria, compresi le imprese ed i lavoratori della filiera di produzione del libro, a partire da coloro che ricavano redditi prevalentemente dai diritti d’autore/musei e degli altri istituti e luoghi della cultura).

Per il ristoro delle perdite derivanti dall’annullamento/rinvio/ridimensionamento di spettacoli, fiere, congressi e mostre in seguito all’emergenza Covid-19 vengono stanziati 350 milioni;

  • 500 milioni, per il 2020, la disponibilità del fondo rotativo per la concessione di finanziamenti a tasso agevolato alle imprese esportatrici.

 

Modifiche contributo ristorazione – Art.  21

È ridotta la disponibilità del Fondo per la filiera della ristorazione da 600 mln a 450 mln.

Si ricorda che il fondo è stato introdotto dal c.d. “Decreto Agosto” ed è finalizzato all’erogazione di un contributo a fondo perduto, per un minimo di euro 1.000 e un massimo di euro 10.000, per gli acquisti effettuati dopo il 14.08.2020 di prodotti, inclusi quelli vitivinicoli, di filiere agricole e alimentari, DOP e IGP, valorizzando la materia prima del territorio.

Ora tale beneficio è esteso anche agli esercenti che hanno come attività prevalente quella identificata dal codice 55.20.52 “attività di alloggio connesse alle aziende agricole”.

 

Pertanto, il contributo in esame, per il quale va presentata l’apposita domanda entro il 15.12.2020 spetta alle imprese:

  • in attività al 15.08.2020
  • esercenti quale attività prevalente una di quelle di seguito indicate
  • con un fatturato/corrispettivi medi del periodo marzo-giugno 2020 inferiore al 75% del fatturato/corrispettivi medi del predetto periodo del 2019. Tale condizione non deve essere verificata dai soggetti che hanno iniziato l’attività dall’1.1.2019, i quali possono quindi richiedere il contributo a prescindere dal calo del fatturato

 

 

************************

 

Allegati:

- Tabella 1

- Tabella 2

 

 

 

I collaboratori dello Studio sono a disposizione per ogni ulteriore chiarimento.

Cordiali saluti.

 

 

 

 

Studio Tognetti Associazione Professionale

 

 

 

 

 

 

 

LA PRESENTE CIRCOLARE HA ESCLUSIVO FINE INFORMATIVO. NESSUNA RESPONSABILITA’ LEGATA AD UNA DECISIONE PRESA SULLA BASE DELLE INFORMAZIONI QUI CONTENUTE POTRA’ ESSERE ATTRIBUITA ALLO SCRIVENTE, CHE RESTA A DISPOSIZIONE DEL LETTORE PER OGNI APPROFONDIMENTO O PARERE

 

 

 

 

 

 

 

Tabella 1

Codice Attività

Descrizione

93.29.10

Discoteche, sale da ballo night-club e simili

49.39.01

Gestioni di funicolari, ski-lift e seggiovie se non facenti parte dei sistemi di transito urbano o sub-urbano

56.10.11

Ristorazione con somministrazione

56.10.12

Attività di ristorazione connesse alle aziende agricole

56.10.42

Ristorazione ambulante

56.10.50

Ristorazione su treni e navi

56.21.00

Catering per eventi, banqueting

59.13.00

Attività di distribuzione cinematografica, di video e di programmi televisivi

59.14.00

Attività di proiezione cinematografica

74.90.94

Agenzie ed agenti o procuratori per lo spettacolo e lo sport

77.39.94

Noleggio di strutture ed attrezzature per manifestazioni e spettacoli: impianti luce ed audio senza operatore, palchi, stand ed addobbi luminosi

79.90.11

Servizi di biglietteria per eventi teatrali, sportivi ed altri eventi ricreativi e

d’intrattenimento

79.90.19

Altri servizi di prenotazione e altre attività di assistenza turistica non svolte dalle agenzie di viaggio nca

79.90.20

Attività delle guide e degli accompagnatori turistici

82.30.00

Organizzazione di convegni e fiere

85.51.00

Corsi sportivi e ricreativi

85.52.09

Altra formazione culturale

90.01.01

Attività nel campo della recitazione

90.01.09

Altre rappresentazioni artistiche

90.02.01

Noleggio con operatore di strutture ed attrezzature per manifestazioni e spettacoli

90.02.09

Altre attività di supporto alle rappresentazioni artistiche

90.03.09

Altre creazioni artistiche e letterarie

90.04.00

Gestione di teatri, sale da concerto e altre strutture artistiche

91.01.00

Attività di biblioteche e archivi

91.02.00

Attività di musei

91.03.00

Gestione di luoghi e monumenti storici e attrazioni simili

91.04.00

Attività degli orti botanici, dei giardini zoologici e delle riserve naturali

92.00.09

Altre attività connesse con le lotterie e le scommesse (comprende le sale bingo)

93.11.10

Gestione di stadi

93.11.20

Gestione di piscine

93.11.30

Gestione di impianti sportivi polivalenti

93.11.90

Gestione di altri impianti sportivi nca

93.12.00

Attività di club sportivi

93.13.00

Gestione di palestre

93.19.10

Enti e organizzazioni sportive, promozione di eventi sportivi

93.19.92

Attività delle guide alpine

93.19.99

Altre attività sportive nca

93.21.00

Parchi di divertimento e parchi tematici

93.29.30

Sale giochi e biliardi

93.29.90

Altre attività di intrattenimento e divertimento nca

94.99.20

Attività di organizzazioni che perseguono fini culturali, ricreativi e la

coltivazione di hobby

94.99.90

Attività di altre organizzazioni associative nca

96.04.10

Servizi di centri per il benessere fisico (esclusi gli stabilimenti termali)

96.04.20

Stabilimenti termali

96.09.05

Organizzazione di feste e cerimonie

55.10.00

Alberghi

55.20.10

Villaggi turistici

55.20.20

Ostelli della gioventù

55.20.30

Rifugi di montagna

55.20.40

Colonie marine e montane

55.20.51

Affittacamere per brevi soggiorni, case ed appartamenti per vacanze, bed

and breakfast, residence

55.20.52

Attività di alloggio connesse alle aziende agricole

55.30.00

Aree di campeggio e aree attrezzate per camper e roulotte

55.90.20

Alloggi per studenti e lavoratori con servizi accessori di tipo alberghiero

56.10.30

Gelaterie e pasticcerie

56.10.41

Gelaterie e pasticcerie ambulanti

56.30.00

Bar e altri esercizi simili senza cucina

20.51.02

Fabbricazione di articoli esplosivi

47.78.35

Commercio al dettaglio di bomboniere

49.32.10

Trasporto con taxi

49.32.20

Trasporto mediante noleggio di autovetture da rimesse con conducente

43.39.09

Altre attività di trasporti terrestri di passeggeri nca

50.30.00

Trasporto di passeggeri per vie d’acqua interne (inclusi i trasporti lagunari) (new)

52.21.30

Gestione di stazioni per autobus

52.21.90

Altre attività connesse ai trasporti terrestri NCA

74.20.11

Attività di fotoreporter

74.20.19

Altre attività di riprese fotografiche

74.30.00

Traduzione e interpretariato

85.52.01

Corsi di danza

92.00.02

Gestione di apparecchi che consentono vincite in denaro funzionanti a moneta o a gettone

96.01.10

Attività delle lavanderie industriali

56.10.20

Ristorazione senza somministrazione con preparazione di cibi da asporto

 

 

 

 

 

 

 

Tabella 2

Codice Attività

Descrizione

47.19.10

Grandi magazzini

47.19.90

Empori ed altri negozi non specializzati di vari prodotti non alimentari

47.51.10

Commercio al dettaglio di tessuti per l’abbigliamento, l’arredamento e di biancheria per la casa

47.51.20

Commercio al dettaglio di filati per maglieria e merceria

47.53.11

Commercio al dettaglio di tende e tendine

47.53.12

Commercio al dettaglio di tappeti

47.53.20

Commercio al dettaglio di carta da parati e rivestimenti per pavimenti (moquette

e linoleum)

47.54.00

Commercio al dettaglio di elettrodomestici in esercizi specializzati

47.64.20

Commercio al dettaglio di natanti e accessori

47.78.34

Commercio al dettaglio di articoli da regalo e per fumatori

47.59.10

Commercio al dettaglio di mobili per la casa

47.59.20

Commercio al dettaglio di utensili per la casa, di cristallerie e vasellame

47.59.40

Commercio al dettaglio di macchine per cucire e per maglieria per uso domestico

47.59.60

Commercio al dettaglio di strumenti musicali e spartiti

47.59.91

Commercio al dettaglio di articoli in legno, sughero, vimini e articoli in plastica per uso domestico

47.59.99

Commercio al dettaglio di altri articoli per uso domestico nca

47.63.00

Commercio al dettaglio di registrazioni musicali e video in esercizi specializzati

47.71.10

Commercio al dettaglio di confezioni per adulti

47.71.40

Commercio al dettaglio di pellicce e di abbigliamento in pelle

47.71.50

Commercio al dettaglio di cappelli, ombrelli, guanti e cravatte

47.72.10

Commercio al dettaglio di calzature e accessori

47.72.20

Commercio al dettaglio di articoli di pelletteria e da viaggio

47.77.00

Commercio al dettaglio di orologi, articoli di gioielleria e argenteria

47.78.10

Commercio al dettaglio di mobili per ufficio

47.78.31

Commercio al dettaglio di oggetti d’arte (incluse le gallerie d’arte)

47.78.32

Commercio al dettaglio di oggetti d’artigianato

47.78.33

Commercio al dettaglio di arredi sacri ed articoli religiosi

47.78.35

Commercio al dettaglio di bomboniere

47.78.36

Commercio al dettaglio di chincaglieria e bigiotteria (inclusi gli oggetti ricordo e

gli articoli di promozione pubblicitaria)

47.78.37

Commercio al dettaglio di articoli per le belle arti

47.78.50

Commercio al dettaglio di armi e munizioni, articoli militari

47.78.91

Commercio al dettaglio di filatelia, numismatica e articoli da collezionismo

47.78.92

Commercio al dettaglio di spaghi, cordami, tele e sacchi di juta e prodotti per

l’imballaggio (esclusi quelli in carta e cartone)

47.78.94

Commercio al dettaglio di articoli per adulti (sexy shop)

47.78.99

Commercio al dettaglio di altri prodotti non alimentari nca

47.79.10

Commercio al dettaglio di libri di seconda mano

47.79.20

Commercio al dettaglio di mobili usati e oggetti di antiquariato

47.79.30

Commercio al dettaglio di indumenti e altri oggetti usati

47.79.40

Case d’asta al dettaglio (escluse aste via internet)

47.81.01

Commercio al dettaglio ambulante di prodotti ortofrutticoli

47.81.02

Commercio al dettaglio ambulante di prodotti ittici

47.81.03

Commercio al dettaglio ambulante di carne

47.81.09

Commercio al dettaglio ambulante di altri prodotti alimentari e bevande nca

47.82.01

Commercio al dettaglio ambulante di tessuti, articoli tessili per la casa, articoli di abbigliamento

47.82.02

Commercio al dettaglio ambulante di calzature e pelletterie

47.89.01

Commercio al dettaglio ambulante di fiori, piante, bulbi, semi e fertilizzanti

47.89.02

Commercio al dettaglio ambulante di macchine, attrezzature e prodotti per l’agricoltura; attrezzature per il giardinaggio

47.89.03

Commercio al dettaglio ambulante di profumi e cosmetici; saponi, detersivi ed altri detergenti per qualsiasi uso

47.89.04

Commercio al dettaglio ambulante di chincaglieria e bigiotteria

47.89.05

Commercio al dettaglio ambulante di arredamenti per giardino; mobili; tappeti e stuoie; articoli casalinghi; elettrodomestici; materiale elettrico

47.89.09

Commercio al dettaglio ambulante di altri prodotti nca

47.99.10

Commercio al dettaglio di prodotti vari, mediante l’intervento di un dimostratore o di un incaricato alla vendita (porta a porta)

96.02.02

Servizi degli istituti di bellezza

96.02.03

Servizi di manicure e pedicure

96.09.02

Attività di tatuaggio e piercing

96.09.03

Agenzie matrimoniali e d’incontro

96.09.04

Servizi di cura degli animali da compagnia (esclusi i servizi veterinari)

96.09.09

Altre attività di servizi per la persona nca

 

 

 

 


 

 

I collaboratori dello Studio sono a disposizione per ogni ulteriore chiarimento.

 

Cordiali saluti.

Studio Tognetti Ass. Professionale

LA PRESENTE CIRCOLARE HA ESCLUSIVO FINE INFORMATIVO. NESSUNA RESPONSABILITA’ LEGATA AD UNA DECISIONE PRESA SULLA BASE DELLE INFORMAZIONI QUI CONTENUTE POTRA’ ESSERE ATTRIBUITA ALLO SCRIVENTE, CHE RESTA A DISPOSIZIONE DEL LETTORE PER OGNI APPROFONDIMENTO O PARERE

Lo studio Tognetti è incaricato di salvaguardare la privacy dei visitatori del nostro sito web. Per accedere o consultare il nostro sito web non è necessario fornire alcuna informazione personale. Nel caso in cui decidesse di contattarci via e-mail agli indirizzi indicati nel sito dovrà fornire il Suo nome, numero di telefono e indirizzo e-mail (i "Dati"). I Dati da Lei forniti verranno utilizzati nel rispetto della legislazione vigente esclusivamente per contattarLa e fornirLe le informazioni richieste. La informiamo che i Dati non verranno trasmessi a terzi, fatta eccezione per quanto richiesto dalla legge. I Dati da Lei forniti potranno essere usati per contattarLa al fine di rispondere a quanto da Lei richiesto. In qualsiasi momento Lei potrà richiedere ed ottenere copia dei Suoi dati personali in nostro possesso e chiederne la correzione o rimozione dai nostri archivi e database. Domande e richieste dovranno essere inviate via posta o via fax ad uno dei nostri uffici o via e-mail al seguente indirizzo si@studiotognetti.com Per saperne di più Cookie Policy.

  Accetto i Cookie da questo sito.
EU Cookie Directive plugin by www.channeldigital.co.uk