Studio Tognetti

circolari

CIRCOLARE 4
Le novità (PARTE SECONDA – segue la circolare 3/2019) della “Legge di bilancio 2019”

 

La Legge 30.12.2018 n. 145 (c.d. “Legge di bilancio 2019”) contiene la maggior parte delle novità fiscali di riferimento per il corrente anno ed è in vigore dall’1.1.2019.

Di seguito vengono esposte le principali novità relative ad agevolazioni, crediti d’imposta e contributi per imprese e/o persone fisiche.

Bonus “formazione 4.0”

È prorogato, per il 2019, il credito d’imposta per le imprese che effettuano spese di formazione 4.0.

Si ricorda che sono ammissibili solo le spese in attività di formazione del personale dipendente svolte per acquisire o consolidare le conoscenze tecnologiche previste dal Piano Nazionale Impresa 4.0 (es: big data e analisi dei dati, cloud e fog computing, cyber security) applicate nei seguenti ambiti:

  1. vendita e marketing
  2. informatica
  3. tecniche e tecnologia di produzione.

La misura dell’agevolazione è differenziata a seconda della dimensione dell’impresa come di seguito indicato:

Credito ricerca e sviluppo

Sono introdotte con decorrenza dall’1.1.2019 alcune modifiche alla disciplina relativa al credito d’imposta riconosciuto alle imprese per le spese relative agli investimenti in attività di ricerca e sviluppo sostenute nel periodo 2015 – 2020.

Si ricorda che il credito spetta a condizione che:

  • le spese per attività di ricerca e sviluppo del periodo d’imposta in relazione al quale si intende fruire dell’agevolazione siano complessivamente almeno pari a € 30.000;
  • si realizzi un incremento delle spese in esame rispetto al triennio precedente.

In merito alle modifiche apportate si segnala dal 2019:

  • l’importo massimo annuo del credito spettante a favore di ciascun beneficiario è ridotto da € 20 milioni a € 10 milioni;
  • il credito è riconosciuto nella misura generale del 25% e nella misura del 50% solo con riferimento ad alcune tipologie di costo come meglio indicato nella tabella sottostante.

Inoltre, già a decorrere dal 2018 è previsto che:

  • l’utilizzo del credito d’imposta è subordinato al rilascio da parte di un revisore legale dei conti/società di revisione di una certificazione che attesti l’effettivo sostenimento delle spese ammissibili e alla corrispondenza delle stesse ai documenti contabili;
  • deve essere redatta e conservata una relazione tecnica sulle attività di ricerca e sviluppo svolte.

Bonus acquisto prodotti in plastica riciclata

È stato introdotto per il periodo 2019-2020 un credito d’imposta a favore delle imprese che acquistano prodotti realizzati con materiali provenienti dalla raccolta differenziata di imballaggi biodegradabili e compostabili secondo la normativa UNI EN 13432:2002 o derivanti dalla raccolta differenziata della carta/alluminio.

Il credito d’imposta è riconosciuto:

  • nella misura del 36% delle spese sostenute e documentate per i predetti acquisti;
  • fino ad un importo massimo annuale di € 20.000 per ciascun beneficiario

Con apposito decreto interministeriale saranno definite le disposizioni attuative dell’agevolazione.

 

Credito d’imposta per le edicole

È introdotto un credito d’imposta per gli anni 2019-2020 a favore degli esercenti attività commerciali che operano esclusivamente nel settore della vendita al dettaglio di giornali, riviste e periodici.

 

Tale credito spetta nella misura massima di € 2.000,00 ed è parametrato agli importi pagati a titolo di IMU, TASI, COSAP e TARI con riferimento ai locali dove si svolge l’attività, nonché ad altre eventuali spese di locazione o ad altre spese individuate con apposito decreto.

Con apposito decreto interministeriale saranno definite le disposizioni attuative dell’agevolazione.

 

Rifinanziamento “Sabatini-ter”

È stata rifinanziata la c.d. “Sabatini-ter” per complessivi € 480 milioni nel periodo 2019-2024.

Si ricorda che tale agevolazione consiste in un contributo in conto interessi, concesso a favore delle PMI (piccole-medie imprese), per l’acquisto di beni strumentali mediante stipula di finanziamento bancario o contratto di leasing.

 

Voucher manager

È previsto, per le PMI (piccole-medie imprese), un contributo a fondo perduto per l’acquisizione di consulenze finalizzate a sostenere i processi di trasformazione tecnologica e digitale delle imprese attraverso le tecnologie abilitanti previste dal Piano nazionale impresa 4.0 e di ammodernamento degli assetti gestionali e organizzativi dell'impresa, compreso l'accesso ai mercati finanziari e dei capitali.

L’agevolazione è riconosciuta per il 2019 e 2020 nelle misure di seguito evidenziate:

Indennizzo rottamazione licenze

È riconosciuto, a decorrere dal 2019, un indennizzo erogato dall’Inps a favore dei commercianti che cessano l’attività consegnando la licenza in Comune.

I soggetti beneficiari devono possedere i seguenti requisiti:

  • 62 anni di età per gli uomini e 57 per le donne
  • iscrizione, al momento di cessazione dell’attività, per almeno 5 anni nella gestione IVS commercianti.

L’indennizzo è pari ad euro 513.

A tal fine gli interessati devono presentare una specifica domanda all’Inps.

 

Incentivi per giovani conducenti settore autotrasporto

Sono previsti degli incentivi per gli anni 2019 e 2020, in favore dei giovani conducenti del settore dell’autotrasporto merci in possesso dei seguenti requisiti:

  • età inferiore a 35 anni al 01.01.2019
  • regolare rapporto di lavoro subordinato a tempo indeterminato (qualifica Q1/Q2/Q3) con un’impresa di autotrasporto di merci per conto di terzi iscritta al REN e all’Albo nazionale degli autotrasportatori di cose per conto terzi.

L’incentivo è riconosciuto:

  • al lavoratore sotto forma di rimborso, erogato dal datore di lavoro, nella misura del 50% del totale delle spese sostenute per il conseguimento della patente e delle abilitazioni professionali necessarie per la guida di veicoli destinati all’esercizio dell’attività di autotrasporto merci per conto di terzi;
  • all’impresa datrice di lavoro mediante detrazione dall’IRES per una quota pari ai rimborsi erogati, fino all’ammontare complessivo degli stessi non superiore a 1.500,00 euro per ciascun anno.

 

Credito d’imposta per erogazioni liberali ristrutturazione impianti sportivi

È prorogato il c.d. “sport bonus”, ossia il credito d’imposta riconosciuto a favore dei soggetti che effettuano nel corso del 2019 erogazioni liberali per interventi di manutenzione/restauro di impianti sportivi pubblici e per la realizzazione di nuove strutture.

Il credito d’imposta spetta nella misura del 65% delle erogazioni effettuate ed è riconosciuto:

  • ai soggetti titolari di reddito d’impresa nel limite del 10 per mille dei ricavi annui
  • alle persone fisiche/enti non commerciali nel limite del 20% del reddito imponibile.

Con apposito decreto interministeriale saranno definite le disposizioni attuative dell’agevolazione.

Contributo per l’acquisto di nuovi veicoli M1

Ai soggetti che acquistano (anche in leasing) ed immatricolano in Italia nel periodo 01.03.2019 – 31.12.2021 un veicolo:

  • di categoria M1 (autovetture aventi al massimo 9 posti)
  • nuovo
  • con prezzo di listino inferiore a € 50.000

è riconosciuto un contributo la cui misura:

  • è parametrata alle emissioni del veicolo
  • varia a seconda che si provveda o meno alla rottamazione di un veicolo della medesima categoria.

Il contributo è corrisposto agli acquirenti dei veicoli dal venditore mediante sconto sul prezzo.

Il venditore dei veicoli a sua volta sarà rimborsato dell’importo del contributo dalle imprese costruttrici/importatrici degli stessi.

Contributo per l’acquisto e la rottamazione di moto

Per i soggetti che acquistano nel 2019 una moto elettrica o ibrida delle categorie L1e e L3e e contestualmente ne rottamano una di categoria euro 0,1 o 2 è previsto un contributo pari al 30% del prezzo di acquisto fino ad un massimo di € 3.000,00.

Il contributo è corrisposto agli acquirenti dei motoveicoli dal venditore mediante sconto sul prezzo.

Il venditore a sua volta sarà rimborsato dell’importo del contributo dalle imprese costruttrici/importatrici degli stessi.

I collaboratori dello Studio sono a disposizione per ogni ulteriore chiarimento.

Cordiali saluti.

Studio Tognetti Ass. Professionale

LA PRESENTE CIRCOLARE HA ESCLUSIVO FINE INFORMATIVO. NESSUNA RESPONSABILITA’ LEGATA AD UNA DECISIONE PRESA SULLA BASE DELLE INFORMAZIONI QUI CONTENUTE POTRA’ ESSERE ATTRIBUITA ALLO SCRIVENTE, CHE RESTA A DISPOSIZIONE DEL LETTORE PER OGNI APPROFONDIMENTO O PARERE

Lo studio Tognetti è incaricato di salvaguardare la privacy dei visitatori del nostro sito web. Per accedere o consultare il nostro sito web non è necessario fornire alcuna informazione personale. Nel caso in cui decidesse di contattarci via e-mail agli indirizzi indicati nel sito dovrà fornire il Suo nome, numero di telefono e indirizzo e-mail (i "Dati"). I Dati da Lei forniti verranno utilizzati nel rispetto della legislazione vigente esclusivamente per contattarLa e fornirLe le informazioni richieste. La informiamo che i Dati non verranno trasmessi a terzi, fatta eccezione per quanto richiesto dalla legge. I Dati da Lei forniti potranno essere usati per contattarLa al fine di rispondere a quanto da Lei richiesto. In qualsiasi momento Lei potrà richiedere ed ottenere copia dei Suoi dati personali in nostro possesso e chiederne la correzione o rimozione dai nostri archivi e database. Domande e richieste dovranno essere inviate via posta o via fax ad uno dei nostri uffici o via e-mail al seguente indirizzo si@studiotognetti.com Per saperne di più Cookie Policy.

  Accetto i Cookie da questo sito.
EU Cookie Directive plugin by www.channeldigital.co.uk